lunedì 16 marzo 2009

Il CSAD a Santadi per lo Stage AI

Week end in quel di Santadi per il CSAD,
io(Gianfranco F.) e Luciano nella veste di istruttori
e Prospero e Gianfranco C. nella veste di allievi.
Insieme a noi tanti speleologi arrivati da tutta la Sardegna,
oltre 60 iscritti per uno Stage riuscitissimo nonostante il rischio che
il numero elevato di allievi potesse creare problemi organizzativi.
Tutto ha avuto inizio sabato mattina, dopo le iscrizioni di rito,
ha aperto le danze il Coordinatore Regionale Mauro Contu
che ha curato la prima lezione, seguito poi a ruota
dagli altri relatori che si sono avvicendati durante l’arco della giornata.
La giornata era bellissima, dopo la pausa pranzo ho anche avuto
il tempo di fare un po’ di siesta al sole per l’invidia
di coloro che erano costretti a seguire la lezione di turno.
Dopo che nella serata Mauro ha dato il “sciogliete le righe”
ci siamo fiondati in massa nei bar del paese, dove ci ha pensato
Roberto a creare l’animazione con i suoi palloncini,
una trentina di speleo assetati che, in un piccolo bar della Piazza,
hanno creato una simpatica confusione.
Bevuto l’aperitivo siamo rientrati all’agriturismo che ci ospitava per
il weekend pronti per sederci a tavola, l’ora di cena era arrivata e visto
che come dice l’insigne Canu “lo speleologo ha sempre fame e sete..”
abbiamo dato fondo alle nostre capacità di mangiatori.
La serata è proseguita all’esterno del locale tra musica
e canzoni interpretate più o meno bene dai vari Battisti di turno.
Notte passata in tenda e la mattina, dopo una colazione
offertaci dalla proprietaria dell’agriturismo, partenza
a tutta velocità verso Cava Romana a Nuxis.
A farci da battistrada Giancarlo, del gruppo di Santadi,
di cui a fatica siamo riusciti a tenere il passo.
In un paio di punto abbiamo anche rischiato di superare i 20 km all’ora,
per fortuna tutto è andato bene.
Raggiunta la irraggiungibile grotta è stato un via vai di speleo
che vestivano le proprie imbracature più o meno serie..
di istruttori che cercavano il proprio punto da
cui poter seguire gli allievi. Dopo essermi litigato una corda
con Salimbeni, mi sono appostato in attesa dei nostri
primi allievi e così è andata per tutto il giorno.
La lista era interminabile, dopo alcune ore è stato il turno
di Prospero e Gianfranco che hanno liquidato la pratica
salto del nodo-frazionamento in tutta scioltezza.
Anche gli altri sono andati piuttosto bene, dai
nostri amicissimi Specusini agli Spanotti e Uschini, ecc..
nel tardo pomeriggio abbiamo lasciato la grotta alla sua pace
e ci siamo fiondati su piatti, bottiglie di vino e birra,
arrosti vari e formaggi di ogni forma e consistenza,
per suggellare tutti insieme la buona riuscita dell’evento.
Dopodiché è arrivato il momento di prendere la via di casa, saluti di rito,
ultimo bicchierino e via verso Dorgali.
Conclusioni: weekend bellissimo, tanta bella gente
e tanto divertimento, tutto è andato per il meglio,
partecipare ad eventi del genere è sempre grandioso.
Un saluto a tutti coloro che erano presenti.
Gianfranco F.

Ps: ringrazio Giovanna che come spesso accade
mi ha fornito le belle foto contenute nel post

15 commenti:

  1. Gran bel fine settimana ^_^ grazie a tutti bel riassunto Gianfranco .... per fortuna che non abbiamo corso, la mia macchina non avrebbe potuto hehehe .... ma sai che mi stavo chiedendo a chi dovevo la fortuna di aver avuto il salimba in corda ... potresti essere stato tu(?) ^^ ....
    Un salutone a tutti ed alla prossima

    RispondiElimina
  2. gran bel resoconto gian! si davvero un bel week end, ricco di divertimento ed entusiasmo! un grazie a tutti coloro che ci hanno seguiti nonostante fossimo davvero tanti!
    jenni

    RispondiElimina
  3. Complimenti Gianfranco proprio un bel resoconto. In effetti quando sono entrato nella sala sabato mattina ed ho visto tutti quei corsisti ho tenuto di finire a tarda notte di domenica con le esercitazioni... per fortuna sono stati tutti rapidi e precisi!

    Complimenti Giovanna belle foto!

    Ciao Marcello

    RispondiElimina
  4. dumbetta(claudia)16 marzo 2009 17:59

    ehehhe..mi ripeto...bellissimo w.e. e le riunioni tra gli speleo dei vari gruppi sono una figata..si imparano un sacco di cose nuove e ci si diverte da matti...
    p.s. Brava Giovanna per le foto...e le altre che hai fatto?????:-))

    RispondiElimina
  5. bene bravi!!!!
    tutto bene ciò che finisce benone.
    grande gianfranco e grande luciano.
    una fortuna avervi incontrato sulla nostra strada un onore avervi come amici.
    un abbraccio e un arrivederci a presto sotto il cielo della nostra bella terra.

    ragazzi da quanto stavamo correndo in macchina per arrivare alla cava mi arriverà sicuramente una bella multina del autovelox.hihihi

    robigheddu

    RispondiElimina
  6. Non posso che unirmi ai complimenti già fatti per il bel post! Il we è stato bellissimo anche perchè abbiamo avuto modo di conoscerci e di integrarci meglio tra i vari gruppi. Ringrazio tutti coloro che hanno organizzato, insegnato, pazientato in prossimità o sulle delle corde, o anche semplicemente contribuito a far si che fosse tutto estremamente piacevole!!
    A Claudia e agli altri amici dell'Usc: passate in sede giovedi, ci scambieremo le foto e magari andiamo a berci una birra assieme!!!

    RispondiElimina
  7. eeeeh quanti complimenti, manco fossi Dante Alighieri! grazie comunque, il fatto è che, quando ci si diverte nel weekend, viene più semplice riportare quello che è successo, la sfida è solo non farsi prendre la mano e raccontare tutto nei minimi dettagli, ne uscirebbe un romanzo! bravissimi i nostri due allievi (che ancora non hanno commentato!)Gianfranco e Prospero.... si batte la fiacca!!!??? grazie spanotti e uschini

    RispondiElimina
  8. Bravo "Dante" per il racconto! E' stato un bel we e concordo con claudia sul fatto che è una figata incontrarsi con gli altri gruppi. Gian, ti ho fatto la foto mentre facevi la siesta nel portico! Ti ho invidiato molto, sappilo! :)
    Alla prossima ed un saluto a tutti!

    Paolo

    RispondiElimina
  9. Bravi tutti...per aver collaborato alla buona riuscita dello stage...auspicavo una maggiore presenza del CSAD per far sentire un pò più la nostra voce...io personalmente non ero in formissima ma va bene così...
    Ho avuto modo di conoscere delle persone che hanno i miei stessi interessi e di vedere una zona della Sardegna per me poco conosciuta...da rivedere al più presto!
    Un saluto
    Prospero

    RispondiElimina
  10. RAGAZZI SE TUTTO VA BENE CI SI VEDE L'ANNO PROSSIMO PER L'ESAME , IO HO FATTO LO STAGE A.I. A DORGALI IL 3/4 FEBBRAIO 2007 !!
    E HO UN BELLISSIMO RICORDO DELLE 2 GIORNATE DI STAGE;

    SALUTI

    Smauro

    Or

    RispondiElimina
  11. Corso?? perchè c'è stato un corso???...Sarà, ma le ultime mie immagini si fermano davanti ad una chitarra e tante voci che all'insegna di "Beni intonende unu dillu", tracannavano vino. Poi buio assoluto..:-)))
    Bravi ragazzi, siete stati tutti davvero eccezionali, in corda e in piedi..:-))

    RispondiElimina
  12. Guarda Gianfrà, il tuo post trasmette molto bene la bellissima riuscita dello stage...bravo!
    Ma, per quanto mi riguarda, la sera appena li ho incontrati, mi è bastato guardare le faccie estasiate di Gianfranco C. e Prospero per capire la grande riuscita dell'evento!
    Pensate, ormai vanno in giro con l'imbrago addosso, e quando qualcuno gli domanda il perchè della stranezza della cosa, loro con un gran sorriso e con la luce negli occhi rispondono semplicemente -IO C'ERO!-

    Gian Nicola

    RispondiElimina
  13. Bene, ottimo Stage; la costola (rotta) oroseina del CSAD Dorgali si è comportata benone (credo), grazie ai nostri validi e alcolici maestri. Che dire, ottima festa e ottime lezioni teoriche tutte interessanti. Per essere così in tanti non è stato assolutamente dispersivo, anzi. un grazie speciale a chi ha armato e disarmato!!
    un saluto e un bacio a tutto lo Specus!!!!
    ciao a tutti,
    Gianfranco C.

    RispondiElimina
  14. Belli ed entusiasti,e questo si trasmette!baci a tutti a presto
    marinella

    RispondiElimina
  15. errata corrige "grazie spanotti e uschini".... in verità volevo dire grazie specusini, spanotti e uschini, chiedo venia a tutti i miei compagnetti dello Specus, è stato solo un lapsus

    RispondiElimina

Caro utente, ti ricordo che a fine commento dovrei scrivere il tuo nome. in caso contrario il tuo commento non verrà pubblicato. Grazie